Corfù, una falce appoggiata nello Ionio.

Il nome deriva da un mito dell’antica Grecia che racconta come il figlio di Urano e Gea, Crono, evirò il padre con una falce metallica  fornita dal seno della stessa madre . Tale arma finita in mare dette origine all’isola di Corfù.

Vista satellite Corfù

Vista satellite Corfù

La seconda Isola Greca dello Ionio è la più settentrionale delle isole ioniche, verdeggiante con oltre due milioni di piante di ulivo ed una macchia mediterranea ricca di ilice, corbezzolo, mirto, lentisco e oleastro che scende lungo la costa fino a lambire le spiagge dell’isola.

baia Corfù

baia Corfù

capo dastris, Corfù

capo dastris, Corfù

Meta ideale per chi ama la natura e le belle spiagge Corfù è famosa ancora per le sue belle città, i piccoli borghi incastonati tra il verde dei suoi boschi ed il blu del suo mare.

monastero di Vlacherna, Corfù

monastero di Vlacherna, Corfù

fortezza di Angelokastro, Corfù

La città di Corfù, capoluogo dell’isola, si sviluppa attorno alla Spianada, un ampio piazzale situato tra il centro storico e la vecchia città.

Una città piena di vicoli stretti e tortuosi lastricati di ciottoli dove si affacciano antiche piazzette con adorabili locali tradizionali.

Il quartiere antico e la fortezza del sedicesimo secolo meritano davvero una visita.

citta vecchia, Corfù

citta vecchia, Corfù

Quest’anno visiteremo la città di Corfù nei due programmi denominati Corfù Nord e Sud, per maggiori informazioni sull’itinerario visita http://www.vacanzevelagrecia.com.

 

Meganissi, l’isola dei fiordi.

 

meganissi4

Situata circa 3 miglia a SE dell’Isola di Lefkada, Meganissi è considerata da molti come la più interessante delle isole minori dell’arcipelago Ionico.

Il significato del nome “grande isola” stride in effetti con la sua superfice che misura solo 20 chilometri quadrati e con appena 1200 abitanti.

Una costa veramente seducente, profonde insenature simili a fiordi con pini ed ulivi che si spingono fino a lambire le acque nel lato settentrionale dell’isola, una costa rocciosa e frastagliata sul lato occidentale, pareti di roccia a strapiombo sul mare nella costa di SE.

meganissi1

L’isola ha tre piccoli e graziosi paesini, Katomeri, Vathi e Spartochori, piccoli villaggi formati da un labrinto di strette viuzze che serpeggiano tra case bianche e celeste. Unico il panorama che si gode dal belvedere di Spartochori.

La mitologia narra che l’isola era abitata dai Tafii, discendenti di Tafio, il figlio di Poseidone, esperti marinai che convinsero Ulisse a partire da Itaca ed affidare le sue navi a Mente, re dell’isola.

meganissi3

Navigare a vela nelle sue profonde insenature e passare una notte alla fonda in una delle sue baie è sicuramente un’esperienza che vale la pena di vivere a bordo di Schinoussa.

meganissi2

Kastos, un’Idilliaca Isola dello Ionio.

Si tratta di un piccolo meraviglioso posto…

Il piccolo villaggio è un incanto

Rod Heikell, autore del Mediterraneo, Ionio (Imray)

mappa kastos

Come non iniziare a parlare di Kastos con questa frase… basse colline, coste frastagliate ed ulivi ovunque, una piccola isola dell’arcipelago Ionico lunga appena 8 km e nel punto più largo misura appena 1200 metri.

kastos baia

La popolazione di questa meravigliosa isola è di solo 50 anime che vivono prevalentemente nel piccolo villaggio costruito intorno al porto con le sue case e taverne costruite in pietra viva.

Il suo porto principale è un incanto, le acque al suo interno sono veramente limpidissime ed al centro della baia si affaccia Traverso, un locale letteralmente affacciato sul mare dove la cortesia e la serenità ti avvolgono dal primo minuto e dove puoi gustare un bicchiere di vino, una birra fresca o un tipicissimo ouzo.

traverso Kastos

Costeggiando l’isola si possono ammirare molti mulini a vento, uno di loro vanta la fama di essere il meglio conservato delle isole ioniche, con ancora il suo meccanismo integro e funzionante fino al 1949.

mulino a vento kastos

A sud di Kastos ci sono diverse baie ed insenature dove godersi lunghe e rilassanti nuotate per esplorare i suoi fondali e godersi un aperitivo alla luce del tramonto.

Kastos grotte

Le 7 spiagge più belle della Grecia Ionica

Scegliere le spiagge più belle della Grecia Ionica è sicuramente un’impresa ardua, l’arcipelago e la terraferma sono piene di spiagge incantevoli di sabbia finissima o di piccoli ciottoli. Tenuto conto che il mare è veramente bello ovunque la nostra scelta è ricaduta su quelle spiagge che per scenario naturale, trasparenza delle acque, lontananza dal grande turismo meglio incarnano il nostro spirito, lo spirito di Schinoussa. Se vuoi alla fine dell’articolo puoi votare per la tua spiaggia preferita.

Rigorosamente in ordine di posizione geografica partendo dal Nord:

Schermata 2015-05-14 alle 10.17.33

1) La Spiaggia dell’albero solitario – Terraferma

Una lunga spiaggia dominata da un campo arato circondato da vegetazione. Al centro un albero solitario!

albero solitario

2) La Spiaggia di Asprogiali – Isola di Kalamos

Una piccolissima spiaggia incantevole, incorniciata ai lati da altre du piccole spiagge. Cipressi ed altri alberi che arrivano fino al mare.

Kalamos

3) La Spiaggia – Scoglio di Formikula

Veramente poche parole per una piccola spiaggia poggiata su uno scoglio circondato da un mare cristallino.

Formikula

4) La Spiaggia di Foki – Isola di Cefalonia

Un’incantevole spiaggia di ghiaia bianca, mare trasparente con colori cangianti dal turchese allo smeraldo, delimitata da rocce e da un bosco verde.

foki1

5) La Spiaggia di Filiatro – Isola di Itaca

Una spiaggia di piccola ghiaia e ciottoli bianchi, circondata da una rigogliosa vegetazione con alberi che arrivano fino al mare, un mare veramente cristallino, ottimo per lunghe nuotate.

filiatro

6) La Spiaggia di Fotis – Terraferma

Una delle tante piccole spiagge, un lembo di terra immerso tra cielo, laguna e mare. La taverna più Wild dell’intera grecia, Fotis ci aspetta!

fotis

7) La Spiaggia di Agios Nikolaos – Isola di Zante

Una bella e ampia spiaggia di sabbia dorata con una mare cristallino che degrada lentamente verso il largo, nelle vicinanze ricca di grotte e di posti favolosi per immergersi.

Il paesino la circonda e la sera si magia seduti a tavolo sulla spiaggia.

agios

Cefalonia, l’Isola del Mare Azzurro

Cefalonia è la più grande delle Isole Ionie. Un panorama sublime di rocce e di verde che si tuffa nelle acque di un azzurro profondo, villaggi pittoreschi e piccole, deliziose cittadine, con palazzi eleganti e case rurali sovrastate dalle rovine di templi e edifici di antiche città.

Fiskardo

L’isola è stata chiamata l’isola dei contrasti: romana, veneziana, bizantina e nello stesso tempo un patrimonio di bellissime spiagge famose in tutto il mondo.

Myrthos Beach
Il capoluogo, Argostoli, si trova nel mezzo di un raro fenomeno geologico, per il quale il mare si riversa in scomparendo in spettacolari tunnel sotterranei,.

L’acqua inghiottita riaffiora nel lago di Melissani, un bacino semi-sotterraneo di acqua turchese ed indaco di grande fascino.
Sempre nelle vicinanze si trova la grotta Drogorati, una grande caverna con stalattiti che è rimasta intatta nonostante i tanti terremoti che hanno colpito l’isola.

lago di Melissani

per conoscere le spiagge più belle di Cefalonia vi segnalo questo indirizzo: http://www.ioamoiviaggi.it/le-spiagge-piu-belle-di-cefalonia/

Parco Marino di Zante

La riserva marina di Zante è situata lungo la costa sud; abbraccia il tratto di mare che si estende dal promontorio di Capo Marathia, fino alla spiaggia di Gerakas, comprende sia l’entroterra delle spiagge di Limni Kerì, Laganas e Kalamaki, sia le Strofadi, che sono due piccole isole situate a cinquanta miglia nautiche a sud di Zacinto.
Oltre alla possibilità di osservare nel loro ambiente le tartarughe della specie caretta-caretta

Caretta-Caretta

non è raro imbattersi nelle foche del mediterraneo o navigare in compagnia di un branco di delfini.

Delfini

Sarà un piacere avvistarli per primi!

All’interno del parco si cerca di salvaguardare ulteriori razze animali:
Uccelli: il golfo sud di Zante e le Strofadi sono regolarmente frequentate da uccelli migratori, fenicotteri, cigni selvatici ed esemplari di falco pellegrino.

Falco Pellegrino
Rettili ed anfibi: numerosa è anche la presenza di rane, tartarughe, iguana e serpenti d’acqua dolce.
Mammiferi: grande è la presenza nell’entroterra di animali come il porcospino o i conigli selvatici, mentre nelle acque del parco capita di avvistare esemplari del delfino dal “muso a bottiglia” Tursiops Truncatus.

Foca del Mediterraneo

Una Splendida Vacanza a bordo di Schinoussa in Grecia Ionica!

Due splendidi Itinerari su un’imbarcazione a vela attraverso i mari e le isole più belle del mediterraneo, veleggiate sospinte dal maestrale, ancoraggi in baie ancora incontaminate, bagni illuminati da tramonti infuocati, notti stellate per sentirci in armonia con la natura. Aiutaci a migliorare la tua esperienza a bordo di Schinoussa, vota il tuo itinerario preferito in fondo a questo articolo.

Il Sud: Itaca, Zante e la Laguna, un itinerario che, partendo dal porto di Sami (Isola di Cefalonia), percorrerà luoghi incontaminati come l’arcipelago delle Dragonere, la costa est di Itaca, la stupenda costa NW di Zante, il sud della dolce isola di Cefalonia. Un percorso lungo il quale daremo fonda in alcune delle più belle baie del mediterraneo. Durante il giorno potremo nuotare in acque ancora incontaminate dove la presenza dell’uomo è assolutamente rarefatta, la sera restare rilassati in pozzetto ad ammirare il manto di stelle sopra di noi, mentre sotto di noi, ad ogni movimento, il mare si illuminerà per la presenza del plancton. La vela e il mare, protagonisti indiscussi di questo itinerario insieme al vento, nostro compagno prezioso, ceselleranno nuove amicizie che non dimenticheremo.

shutterstock_132952622

Per saperne di più: http://www.vacanzevelagrecia.com/#greciaselvaggia

Il Nord: Cefalonia e le piccole Isole, un itinerario che partendo dalla marina di Messolonghi (Golfo di Patrasso) toccherà le più belle insenature dell’isola di Kastos, Kalamos, Lefkada, Meganissi e tante altre isole minori. Ormeggi in baie dove si affacciano caratteristici paesi colorati, cene in taverne seduti in riva al mare ballando al suono del sirtaki, bagni in baie dalle acque cristalline e tramonti infuocati. Questo itinerario unisce la bellezza del navigare a vela alla scoperta di posti in cui è facile ritrovare l’armonia, sentirsi in equilibrio con il mare, il cielo, la terra e la loro gente. Apprezzeremo la cucina greca, la storia e i paesaggi dai mille colori, le acque e alcune tra le più affascinanti baie mai viste. Una Vacanza che non dimenticheremo facilmente.

foto-home-3

Per saperne di più: http://www.vacanzevelagrecia.com/#itinerari

Mangiare in Crociera

A BORDO: Su Schinoussa non mancheranno mai sfiziosi aperitivi al tramonto, con i colori del mare, del cielo e delle splendide isole come sfondo. Il cuoco di bordo vi proporrà le migliori ricette della cucina mediterranea, sana, equilibrata ed arricchita da ingredienti freschi come il pescato di ogni giorno. Non dimenticherete specialità come la pasta alle melanzane, la calamarata, gli spaghetti ai tre pomodori o con la bottarga. Schinoussa, il gusto di una vacanza incredibile.

Greek Salads

NELLE TAVERNE TIPICHE: Lungo il nostro itinerario non scoprirete solo luoghi stupendi, ma avrete modo di assaporare i piatti tipici della cucina greca. Come la Tzatziki, una cremosa insalata di cetrioli, yogurt e aglio che può essere mangiata da sola come antipasto o come salsa in abbinamento ad altre portate. I Greci amano le salse cremose, la Melitzanosalata è a base di melanzane arrostite, limone, aglio e cipolla. Un altro antipasto tipico è una fetta di feta o di altri formaggi fritti servita insieme a limone e pepe, chiamata Saganaki. Ovviamente non potrete fare a meno di gustare la vera insalata greca, preparata secondo la tradizione con pomodori ben maturi, cetrioli, peperoni verdi, olive Kalamata, feta e origano; il tutto bagnato da abbondante olio dorato. Un’altra ricetta famosa in tutta il mondo è la Moussaka, il tipico sformato composto da strati di patate, melanzane, macinato di carne e abbondante besciamella gratinata. Se siete dei nostalgici del primo piatto non resisterete alla Yemista, pomodori o peperoni ripieni di riso basmati insaporito con abbondante menta e macinato di carne. Ma il cibo più popolare in Grecia sono i Souvlaki, spiedini di carne lasciati marinare in olio, limone e spezie e poi cotti sui carboni. Tipico delle rosticcerie è anche il Kontosouvli, polpa di maiale lasciata lungamente marinare con vino e svariate spezie, arrostita e servita a “pezzettoni” teneri con una croccante brasatura esterna.I dessert greci, come in tutto il Medio-Oriente, sono caratterizzati dalla estrema dolcezza. Tra tutti i loukoumades, frittelline tonde servite con sciroppo di miele e cannella, risultano essere i più golosi.

Zucchini Balls